Sono 83 mila imprese che applicano i 13 contratti nazionali di lavoro Confapi per 800 mila addetti (dati Inps).
50 sedi territoriali e distrettuali, 13 unioni nazionali di categoria, 2 Gruppi di interesse, 3 Associazioni nazionali di categoria.

Confapi ha nel corso degli anni costituito, insieme a CGIL, CISL, UIL e Federmanager, un solido e ampio sistema di enti bilaterali che si occupano di fornire servizi fondamentali di welfare aziendale, di sostegno al reddito, di previdenza complementare, di formazione, di salute e sicurezza.



Unioni di categoria Federazioni regionali Associazioni territoriali Associazioni di categoria Enti bilaterali
ENFEA – Ente Nazionale per la Formazione e l’Ambiente

È un organo bilaterale, costituito da Confapi e CGIL, CISL, UIL, deputato a dare attuazione alle disposizioni contrattuali in materia di bilateralità. Fornisce servizi per lo sviluppo dell’apprendistato (raccolta e validazione dei piani formativi individuali e attività formativa diretta); per il sostegno al reddito (interventi anche salariali una tantum per i lavoratori e integrazione della disciplina sulla malattia); per l’assistenza contrattuale per rinnovi dei Contratti Nazionali di Lavoro a livello nazionale e territoriale nonché consulenza sull’applicazione dei CCNL di categoria direttamente ad aziende, consulenti del lavoro e associazioni territoriali.

Qui la circolare esplicativa

 

OPNC – Organismo Paritetico Nazionale Confapi

È un organo bilaterale, costituito da Confapi e CGIL, CISL, UIL deputato a dare attuazione alle disposizioni contrattuali in materia di bilateralità. Ha competenza esclusiva in materia di salute e sicurezza: la raccolta e il monitoraggio delle designazioni, da parte degli organismi territoriali, dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS) e dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriali (RLST); la promozione della formazione per i componenti degli organismi paritetici, per i lavoratori e per RLS e RLST, per i dirigenti e i datori di lavoro; la promozione e il coordinamento di interventi formativi in materia di igiene e sicurezza sul lavoro.

 

FAPI – Fondo Formazione PMI

È un fondo interprofessionale paritetico, composto da Confapi, CGIL, CISL e UIL per promuovere la formazione continua nelle PMI, intesa come strumento essenziale per la competitività delle imprese e come garanzia occupazionale per i lavoratori. Le attività formative dei lavoratori e delle lavoratrici aderenti alle aziende iscritte, previste dalle iniziative che annualmente il Fondo promuove, vengono finanziate attraverso la raccolta dello 0,30% dei contributi che mensilmente le imprese versano all’INPS e che l’INPS versa poi ai Fondi cui le aziende aderiscono.

 

FONDAPI – Fondo Nazionale Pensione complementare per i lavoratori delle piccole e medie imprese.

È un fondo pensione complementare a capitalizzazione per i lavoratori dipendenti delle piccole e medie imprese, operante in regime di contribuzione definita, finalizzato all’erogazione di trattamenti pensionistici complementari del sistema obbligatorio.

 

EBM – Ente Bilaterale Metalmeccanici

L’E.B.M. è l’Ente Bilaterale del settore metalmeccanico, senza fini di lucro, volto a promuovere e favorire le prestazioni, previste dal CCNL del 29 luglio 2013 e dal successivo verbale di incontro del 4 ottobre 2013, in tema di diritto alle prestazioni della bilateralità, costituito, con accordo sottoscritto in data 15 novembre 2013 tra Unionmeccanica Confapi e Fiom Cgil, l’E.B.M. progetta e realizza le azioni in materia di Sicurezza, Sviluppo Bilateralità, Sostegno al Reddito e Osservatorio della Contrattazione e del Lavoro.

Gli Organi di E.B.M.
Gli organi che compongono L’E.B.M. sono rappresentati dall’Assemblea, dal Comitato Esecutivo, dal Presidente e Vice Presidente e dal Collegio dei Revisori dei Conti.
 
L’E.B.M. è inoltre demandata alla stampa e alla distribuzione dei testi contrattuali.
 
L’E.B.M. è finanziato, secondo quanto previsto dal sopracitato CCNL, da fondi specifici di seguito riportati:
 
Fondo Sicurezza Metalmeccanici
18 euro annui (1,50 euro mensili x 12 mensilità) per ciascun lavoratore dovuta dalle aziende prive di RLS
6 euro annui (0,50 euro mensili x 12 mensilità) per ciascun lavoratore per le aziende con il RLS.
Fondo Sviluppo Bilateralità Metalmeccanici
6 euro annui (0,50 euro mensili x 12 mensilità) per ciascun lavoratore a tempo pieno
3 euro annui (0,25 euro mensili x 12 mensilità) per ciascun lavoratore Part-Time fino a 20 ore.
Fondo Sostegno al Reddito Metalmeccanici
28 euro annui (2,33 euro mensili x 12 mensilità) per ciascun lavoratore
 
Osservatorio della Contrattazione e del Lavoro del Settore Metalmeccanico
8 euro annui (0,66 euro mensili x 12 mensilità) per ciascun lavoratore
12 euro annui (1 euro mensile x 12 mensilità) per ciascun lavoratore
 
I versamenti delle sopra citate somme vanno effettuati attraverso la procedura F24/UNIEMENS utilizzando il codice causale “EBMC” attribuito dall’Agenzia delle Entrate.

 

OPNM – Organismo Paritetico Nazionale Metalmeccanici

L’O.P.N.M. è Organismo Paritetico Nazionale Metalmeccanici, è parte integrande dell’E.B.M. e si riferisce al Fondo Sicurezza Metalmeccanici, tra i compiti dell’O.P.N.M. troviamo la definizione delle politiche, gestione e monitoraggio delle iniziative e delle attività in materia di salute sicurezza sul lavoro, elaborazione di proposte e linee guida per la formazione dei lavoratori e Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (R.L.S.) e dei Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriali (R.L.S.T), elaborazione di programmi di formazione per le figure dei dirigenti, degli R.S.P.P, dei preposti e dei datori di lavoro, promozione e coordinamento degli interventi formativi e di altra natura nel campo dell'igiene e della sicurezza del lavoro, promozione di ogni altra azione di analisi, ricerca e studio in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.
 
Gli Organi di O.P.N.M.
Gli organi che compongono l’O.P.N.M. sono rappresentati da un Presidente, da un Vicepresidente, da un componente designato da Unionmeccanica-Confapi e da un componente designato dalla Fiom- Cgil.

 

FASDAPI – Fondo di assistenza e solidarietà per dirigenti e quadri superiori della piccola e media industria

Ha esclusive finalità assistenziali, solidaristiche e mutualistiche e garantisce i benefici derivanti dalle coperture assicurative previste dall'art. 12 e dall’art. 15 del Contratto collettivo per i Dirigenti e i Quadri Superiori delle PMI

 
PREVINDAPI – Fondo pensione per i dirigenti e i quadri superiori della piccola e media industria

Cura e gestisce i flussi contributivi versati dalle aziende, comprensivi della quota a carico dei lavoratori aderenti e della quota o dell’intero T.F.R., destinati alla previdenza complementare. Investe i contributi facendo ricorso a strumenti sia assicurativi che finanziari, per garantire a ciascun iscritto una rendita previdenziale aggiuntiva a quella di base.

 
FONDO DIRIGENTI PMI – Fondo per la formazione professionale continua dei dirigenti delle piccole e medie imprese industriali

Promuove azioni di formazione concordate tra le Parti per favorire lo sviluppo, il potenziamento e l'innovazione delle competenze manageriali nelle PMI

 
FONDAZIONE IDI – Fondazione per l’Istituto Dirigenti Italiani

Svolge un ruolo centrale nell'aggiornamento degli standard professionali dei dirigenti delle PMI ed è il tramite delle due organizzazioni, per studiare, proporre e realizzare percorsi di formazione e sviluppo professionale.

PmiWelfareManager

Un fondo destinato a favorire il reinserimento nel mondo del lavoro di dirigenti e quadri superiori attraverso strumenti che verranno pariteticamente e congiuntamente attivati e gestiti da Federmanage-Confapi all’interno del fondo medesimo nonché, in via subordinata, a erogare prestazioni di sostegno al reddito.