"Una lunga notte quella che ha portato Confapi all'accordo sul protocollo di sicurezza nei luoghi di lavoro”, così il presidente Maurizio Casasco, che ha partecipato attivamente alla maratona - insieme a Confindustria, CGIL, CISL e UIL al Presidente del Consiglio Conte, ai ministri Speranza, Catalfo, Gualtieri e Patuanelli - terminata nelle prime ore di questa mattina.

"Il nostro contributo, quello delle piccole e medie industrie private, che sono una colonna fondamentale del nostro sistema produttivo è stato guidato da un alto senso di responsabilità e di appassionata condivisione del momento difficile, che sta attraversando il Paese. Con tanto impegno e fatica riusciremo a tenere aperte le aziende, soprattutto quelle strategiche ed essenziali - sottolinea Casasco - garantendo la salute e la sicurezza ai lavoratori. Il momento non permette infatti divisioni e tutti dobbiamo lavorare anche per la coesione sociale, raccogliendo e comprendendo i bisogni di tutti”.

“Stanotte abbiamo tutti dimostrato che l'Italia e gli italiani uniti potranno superare questi tempi bui. Le nostre industrie, i nostri imprenditori, le nostri lavoratrici e i nostri lavoratori sono pronti a fare la loro parte”, conclude Casasco.

Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e offrire servizi in linea con le preferenze dell'utente. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all’uso dei Cookie.
Per saperne di più, o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, si prega di prendere visione della pagina Cookie Policy