"Un settore come quello delle costruzioni, che per la sua specificità e modalità di lavoro, si trova costretto a chiudere i cantieri per garantire sicurezza ai lavoratori, rischia di passare da una lunga crisi ad un collasso definitivo", lo afferma Avisiano Pellegrini, presidente di Confapi Aniem, l’unione di categoria che rappresenta le piccole e medie industrie private delle costruzioni.

“Bisogna quindi che il Governo intervenga subito con delle misure specifiche a sostegno delle imprese costrette a fermarsi, occorre garantire - aggiunge Pellegrini - deroghe al Codice dei Contratti, tutele per le sospensioni dei cantieri da eventuali contestazioni di inadempienza da parte del committente; proroga, senza formalità, delle attestazioni SOA. Tempi certi e strettissimi nell’attivazione degli ammortizzatori sociali e proroga delle scadenze di Sisma ed Eco Bonus”.

“Misure indispensabili - sottolinea Pellegrini - per dare una boccata di ossigeno ad aziende e lavoratori in un momento così delicato. ConfapiAniem, i suoi imprenditori, i suoi lavoratori chiedono queste misure per essere poi pronti ad una ripartenza del settore che sarà vitale per il futuro del Paese".

Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e offrire servizi in linea con le preferenze dell'utente. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all’uso dei Cookie.
Per saperne di più, o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, si prega di prendere visione della pagina Cookie Policy