Via libera alla raccolta dei dati sulla rappresentanza sindacale per le imprese di Confservizi e Confapi. A partire dal prossimo mese di ottobre (termine per l'invio: 30 novembre) i datori di lavoro devono indicare sull'UniEmens, mese per mese, le deleghe sindacali dei lavoratori, specificando il Ccnl di riferimento. Lo stabilisce l'Inps nelle circolari n. 108/2020 e 109/2020, che illustrano, rispettivamente, le convenzioni 27 settembre 2019 (Confapi) e 20 maggio 2020 (Confservizi) con Cgil, Cisl e Uil, in attuazione del TU sulla rappresentanza del 2014.

La rappresentanza. Le convenzioni dettano le regole di attuazione dell'accordo tra le parti sociali del 10 gennaio 2014 (Tu rappresentanza), il cui fine specifico è la misurazione della rappresentanza sindacale per individuare i Ccnl genuini e così contrastare il fenomeno del dumping contrattuale. Spetta all'Inps, come spiegano le due circolari, il compito di raccogliere il dato associativo: ciò avverrà tramite le denunce contributive mensili (UniEmens) e riguarderà tutti i Ccnl di area Confapi e Confservizi (in allegato alle circolari sono indicati i codici da utilizzare per valorizzare i dati informativi sull'Uniemens).

Il ruolo del Cnel. In materia di rappresentanza sindacale, la legge n. 120/2020 (conversione dl n. 76/2020, c.d. Semplificazioni), all'art. 16-quater ha previsto che il Cnel attribuisca a ciascun Ccnl, in sede di acquisizione, un apposito e unico codice alfanumerico, secondo criteri definiti con il ministero del lavoro. Il codice, peraltro, una volta definito, andrà obbligatoriamente indicato anche nelle CO (comunicazioni obbligatorie sui rapporti di lavoro) e sugli Uniemens.

Si parte da ottobre. Tornando alla raccolta delle deleghe per le imprese Confapi e Confservizi, l'Inps stabilisce che i datori di lavoro devono fornire i dati informativi con cadenza mensile a partire della denuncia Uniemens relativa al mese di ottobre, il cui invio online va fatto entro il 30 novembre. Con la stessa denuncia, inoltre, vanno indicati anche i dati riferiti al periodo da gennaio a settembre 2020. Carla De Lellis

 

 

Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e offrire servizi in linea con le preferenze dell'utente. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all’uso dei Cookie.
Per saperne di più, o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, si prega di prendere visione della pagina Cookie Policy