LUNEDÌ 03 LUGLIO 2017 20.51.36 

Contratti: siglata ipotesi accordo per Pmi metalmeccaniche 

ZCZC7779/SXA XEF88667_SXA_QBXB R ECO S0A QBXB Contratti: siglata ipotesi accordo per Pmi metalmeccaniche Validita' a ottobre 2020. Ora voto lavoratori per approvazione (ANSA) - ROMA, 3 LUG - E' stata raggiunta nel pomeriggio di oggi, tra Fim, Fiom, Uilm e Unionmeccanica-Confapi, l'ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto nazionale delle piccole e medie imprese metalmeccaniche. Lo si legge in una nota congiunta secondo cui l'ipotesi di accordo, che sara' sottoposto al voto delle lavoratrici e dei lavoratori, prevede, fra l'altro, una tantum di 80 euro da corrispondere con la retribuzione del mese di ottobre 2017, l'introduzione di strumenti di welfare a decorrere dall'1 marzo 2018 per un valore di 150 euro e con decorrenza gennaio 2019 e gennaio 2020 sempre per un valore di 150 euro annui e l'avvio dell'assistenza sanitaria con decorrenza gennaio 2018 attraverso un contributo aziendale pari a 60 euro per ciascun lavoratore. Per la previdenza complementare (Fondapi) e' previsto l'incremento della quota a carico delle imprese dello 0,20% dall'1 giugno 2018 e di un ulteriore 0,20% a decorrere dall'1 gennaio 2020, compresi i lavoratori apprendisti. Infine, l'ipotesi di accordo prevede che in sede di stesura del testo contrattuale verranno riformulate, anche alla luce dei cambiamenti normativi intervenuti, le normative contrattuali relative a apprendistato, mercato del lavoro, conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, orario di lavoro. La validita' del presente Ccnl, che avra' scadenza 31 ottobre 2020, e' data dalla sottoscrizione delle Organizzazioni sindacali di categoria maggiormente rappresentative e dal voto certificato, anche segreto, delle lavoratrici e dei lavoratori interessati.(ANSA). DOA 03-LUG-17 20:51 NNNN

 

LUNEDÌ 03 LUGLIO 2017 19.48.30 

LAVORO. SIGLATO RINNOVO CONTRATTUALE UNIONMECCANICA CONFAPI 

LAVORO. SIGLATO RINNOVO CONTRATTUALE UNIONMECCANICA CONFAPI (DIRE) Roma, 3 lug. - È stato siglato, nel tardo pomeriggio di oggi, da Unionmeccanica Confapi e i Sindacati di settore Fiom-Cgil, Fim Cisl e Uilm-Uil, l'accordo di rinnovo del Contratto nazionale di lavoro per le piccole e medie imprese dei settori della metalmeccanica e installazione di impianti. Il Contratto interessa circa 360mila lavoratori di 34mila piccole e medie imprese del settore. L'ipotesi di accordo prevede una durata quadriennale con un aumento sui minimi calcolato su base IPCA a partire dal 1° novembre 2017 e l'erogazione a titolo di 'una tantum' di 80 euro nella busta di ottobre 2017. Si prevede anche un versamento alla sanita' integrativa pari a 60 euro con decorrenza dal 1° gennaio 2018 nonche' la continuita' dei versamenti all'ente bilaterale di settore che garantira' ulteriori prestazioni alle aziende e ai lavoratori. Nel 2018, 2019, 2020 saranno erogati 150 euro come 'flexible benefits' mentre sono state adeguate le percentuali di versamento al Fondapi, Fondo di Previdenza integrativa, fino ad un massimo del 2%. "Abbiamo firmato- sottolinea Gian Piero Cozzo, Presidente Unionmeccanica Confapi - un contratto decisamente competitivo. Siamo stati capaci, anche grazie alla collaborazione delle Organizzazioni Sindacali, di portare avanti una lunga trattativa che ci ha condotto ad un ottimo accordo unitario, cosi' come noi di Confapi ci eravamo prefissati fin dall'inizio. Il nostro obiettivo primario- aggiuge Cozzo- e' stato sempre quello di tenere insieme gli interessi di aziende e lavoratori, nella convinzione che l'impresa e il lavoro rappresentino il vero luogo della ripartenza per tutto il Paese". (Com/Vid/ Dire) 19:46 03-07-17 NNNN



LUNEDÌ 03 LUGLIO 2017 20.09.10 

Metalmeccanici, Unionmeccanica: rinnovo contratto per addetti pmi 

Metalmeccanici, Unionmeccanica: rinnovo contratto per addetti pmi Interessa 360mila lavoratori Roma, 3 lug. (askanews) - Siglato da Unionmeccanica Confapi e i Sindacati di settore, Fiom-Cgil, Fim Cisl e Uilm-Uil, l'accodo di rinnovo del Contratto nazionale di lavoro per le piccole e medie imprese dei settori della metalmeccanica e installazione di impianti. Il contratto interessa circa 360mila lavoratori di 34mila piccole e medie imprese del settore. L'ipotesi di accordo prevede una durata quadriennale con un aumento sui minimi calcolato su base Ipca a partire dal primo novembre 2017 e l'erogazione a titolo di "una tantum" di 80 euro nella busta paga di ottobre 2017. Si prevede anche un versamento alla sanità integrativa pari a 60 euro con decorrenza dal primo gennaio 2018 nonché la continuità dei versamenti all'ente bilaterale di settore che garantirà ulteriori prestazioni alle aziende e ai lavoratori. Nel 2018, 2019, 2020 saranno erogati 150 euro come "flexible benefits" mentre sono state adeguate le percentuali di versamento al Fondapi, fondo di previdenza integrativa, fino ad un massimo del 2%. "Abbiamo firmato - sottolinea Gian Piero Cozzo, Presidente Unionmeccanica Confapi - un contratto decisamente competitivo. Siamo stati capaci, anche grazie alla collaborazione delle Organizzazioni Sindacali, di portare avanti una lunga trattativa che ci ha condotto ad un ottimo accordo unitario, così come noi di Confapi ci eravamo prefissati fin dall'inizio". Rbr 20170703T200858Z

 

LUNEDÌ 03 LUGLIO 2017 20.13.52 

Metalmeccanici: Confapi, arrivati a un ottimo accordo unitario = 

Metalmeccanici: Confapi, arrivati a un ottimo accordo unitario = (AGI) - Roma, 3 lug. - "Abbiamo firmato un contratto decisamente competitivo. Siamo stati capaci, anche grazie alla collaborazione delle organizzazioni sindacali, di portare avanti una lunga trattativa che ci ha condotto ad un ottimo accordo unitario, cosi' come noi di Confapi ci eravamo prefissati fin dall'inizio". E' quanto sottolinea in una nota Gian Piero Cozzo, presidente Unionmeccanica Confapi, commentando l'accordo di rinnovo del Ccnl tra Unionmeccanica Confapi e Fim, Fiom, Uilm per le piccole e medie imprese dei settori della metalmeccanica e installazione di impianti. "Il nostro obiettivo primario - aggiunge Cozzo - e' stato sempre quello di tenere insieme gli interessi di aziende e lavoratori, nella convinzione che l'impresa e il lavoro rappresentino il vero luogo della ripartenza per tutto il Paese". Il contratto - ricorda Confapi - interessa circa 360mila lavoratori di 34mila piccole e medie imprese del settore. L'ipotesi di accordo prevede una durata quadriennale con un aumento sui minimi calcolato su base Ipca a partire dal primo novembre 2017 e l'erogazione a titolo di "una tantum" di 80 euro nella busta di ottobre 2017. Si prevede anche un versamento alla sanita' integrativa pari a 60 euro con decorrenza dal primo gennaio 2018 nonche' la continuita' dei versamenti all'ente bilaterale di settore che garantira' ulteriori prestazioni alle aziende e ai lavoratori. Nel 2018, 2019, 2020 - spiega ancora Confapi - saranno erogati 150 euro come 'flexible benefits' mentre sono state adeguate le percentuali di versamento al Fondapi, Fondo di Previdenza integrativa, fino ad un massimo del 2%. (AGI) Red/Gav 032013 LUG 17 NNNN

 

LUNEDÌ 03 LUGLIO 2017 20.27.43 

METALMECCANICI: SI' A RINNOVO CONTRATTO TRA UNIONMECCANICA E SINDACATI = 

METALMECCANICI: SI' A RINNOVO CONTRATTO TRA UNIONMECCANICA E SINDACATI = aumento minimi agganciato a Ipca, 80 euro una tantum e 150 euro di flexible benefit in 3 anni Roma, 4 lug. (AdnKronos) - Accordo fatto sul rinnovo del contratto dei metalmeccanici tra Unionmeccanica Confapi e Fim, Fiom e Uilm al termine di una trattativa lunga e difficile. Ad annunciare l'intesa unitaria che coinvolge 300mila lavoratori, una nota di Fim Fiom e Uilm che definisce l'accordo "fortemente innovativo". L'ipotesi di intesa prevede una durata quadriennale con un aumento sui minimi calcolato su base Ipca a partire dal 1° novembre 2017 e l'erogazione a titolo di ''una tantum'' di 80 euro nella busta di ottobre 2017. Si prevede anche un versamento alla sanità integrativa pari a 60 euro con decorrenza dal 1° gennaio 2018 nonché la continuità dei versamenti all'ente bilaterale di settore che garantirà ulteriori prestazioni alle aziende e ai lavoratori. Nel 2018, 2019, 2020 saranno erogati 150 euro come ''flexible benefits'' mentre sono state adeguate le percentuali di versamento al Fondapi, Fondo di Previdenza integrativa, fino ad un massimo del 2%. L'ipotesi di accordo, ora, dopo l'approvazione degli organismi di Fim, Fiom e Uilm, sarà validata dalla consultazione certificata che verrà svolta nelle assemblee che partiranno a breve nei posti di lavoro, anche tramite voto segreto dalla maggioranza dei lavoratori metalmeccanici interessati. (Tes/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 03-LUG-17 20:27 NNNN

 

LUNEDÌ 03 LUGLIO 2017 20.30.41 

METALMECCANICI: UNIONMECCANICA CONFAPI, FIRMATO CONTRATTO COMPETITIVO = 

METALMECCANICI: UNIONMECCANICA CONFAPI, FIRMATO CONTRATTO COMPETITIVO = Roma, 3 lug. (AdnKronos) - "Abbiamo firmato un contratto decisamente competitivo. Siamo stati capaci, anche grazie alla collaborazione delle organizzazioni sindacali, di portare avanti una lunga trattativa che ci ha condotto ad un ottimo accordo unitario, così come noi di Confapi ci eravamo prefissati fin dall'inizio". Lo ha detto Gian Piero Cozzo, Presidente Unionmeccanica Confapi commentando l'intesa sul rinnovo del contratto delle Pmi metalmeccaniche con Fim Fiom e Uilm. "Il nostro obiettivo primario - aggiuge - è stato sempre quello di tenere insieme gli interessi di aziende e lavoratori, nella convinzione che l'impresa e il lavoro rappresentino il vero luogo della ripartenza per tutto il Paese''. (Tes/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 03-LUG-17 20:30 NNNN

 

LUNEDÌ 03 LUGLIO 2017 21.05.18 

LAVORO, SIGLATO RINNOVO CONTRATTUALE UNIONMECCANICA CONFAPI 

9CO782819 4 ECO ITA R01 LAVORO, SIGLATO RINNOVO CONTRATTUALE UNIONMECCANICA CONFAPI (9Colonne) Roma, 3 lug - È stato siglato, nel tardo pomeriggio di oggi, da Unionmeccanica Confapi  e i Sindacati di settore Fiom-Cgil, Fim Cisl e Uilm-Uil, l'accodo di rinnovo del Contratto nazionale di lavoro per le piccole e medie imprese dei settori della metalmeccanica e installazione di impianti. Il Contratto interessa circa 360mila lavoratori di 34mila piccole e medie imprese del settore. L'ipotesi di accordo prevede una durata quadriennale con un aumento sui minimi calcolato su base IPCA a partire dal 1° novembre 2017 e l'erogazione a titolo di "una tantum" di 80 euro nella busta di ottobre 2017. Si prevede anche un versamento alla sanità integrativa pari a 60 euro con decorrenza dal 1° gennaio 2018 nonché la continuità dei versamenti all'ente bilaterale di settore che garantirà ulteriori prestazioni alle aziende e ai lavoratori. Nel 2018, 2019, 2020 saranno erogati 150 euro come "flexible benefits" mentre sono state adeguate le percentuali di versamento al Fondapi, Fondo di Previdenza integrativa, fino ad un massimo del 2%. "Abbiamo firmato - sottolinea Gian Piero Cozzo, Presidente Unionmeccanica Confapi - un contratto decisamente competitivo. Siamo stati capaci, anche grazie alla collaborazione delle Organizzazioni Sindacali, di portare avanti una lunga trattativa che ci ha condotto ad un ottimo accordo unitario, così come noi di Confapi ci eravamo prefissati fin dall'inizio. Il nostro obiettivo primario - aggiuge Cozzo- è stato sempre quello di tenere insieme gli interessi di aziende e lavoratori, nella convinzione che l'impresa e il lavoro rappresentino il vero luogo della ripartenza per tutto il Paese". (red) 032105 LUG 17

Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e offrire servizi in linea con le preferenze dell'utente. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all’uso dei Cookie.
Per saperne di più, o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, si prega di prendere visione della pagina Cookie Policy